La famiglia

 La famiglia ♥♥♥

Cari devoti, saluti dal Mela di Berlino

Sono molto lieto di rivolgermi ancora una volta a voi.

Oggi vi voglio parlare di alcune delle decisioni che dobbiamo prendere nella vita. Personalmente non mi sono sposato, perchè ho sempre pensato di non potere servire una sola persona, avendo  sempre desiderato servire tutti quelli che potevo. Quando presi sannyasi non riuscivo a immaginare tutto ciò che avrebbe comportato la mia decisione, però sentivo molto forte il desiderio di servire e questo è quello che continuo a cercare di fare.

Essere rinuncianti è qualcosa di molto serio e comporta un grande sacrificio. Confesso che dentro di me, a volte divento davvero triste nel vedere come sia molto difficile formare case completamente felici in Kali Yuga. Ricevo costantemente lettere o messaggi sulle difficoltà dei miei figli e figlie nel matrimonio. Mi dispiace molto di non potere sempre affidare a un uomo la mano di una delle mie figlie spirituali e assicurare loro che avranno una vita felice. Questo mi fa venire voglia di scappar via da questo mondo. Ciò perché, in un modo o nell’altro, si è pienamente coinvolti nel benessere della propria famiglia spirituale. Io predico ogni giorno e non permetto l’infedeltà o l’abbandono, predico sempre il necessario affinché le cose possano procedere in modo corretto, tuttavia, la lussuria e l’attrazione sessuale è qualcosa di molto forte che può essere paragonata alla cecità, in quanto fa che persone, con capacità di vedere, perdano totalmente la visione spirituale arrendendosi completamente ai propri desideri che porteranno direttamente alla ruota della sofferenza.

Approfondendo, non si tratta solo di lussuria, ma si tratta di proteggere l’impegno assunto verso un’altra persona, questa è la maturità spirituale e questo è quello che dobbiamo sforzarci di mantenere, nonostante le difficoltà che si presentano ogni giorno. Mi rende molto felice il sapere che ci sono famiglie che riescono a rimanere stabili a dispetto di tutto questo e si comportano in modo esemplare, impegnate costantemente ad essere fedeli ai propri principi. Ad ogni modo, a volte penso che non si sa cosa fare di più perché i devoti e le devote si preparino davvero e apprendano ad essere migliori e più responsabili con le persone intorno a loro …

E’ possibile individuare quattro vie perché ci si impegni in qualcosa; uno può agire per paura, per attaccamento, per dovere o per amore. Il matrimonio è un’istanza di piena responsabilità, di pieno impegno. Se qualcuno desidera sposarsi con una mia figlia spirituale, deve assumere questo e mantenere un patrimonio adeguato a mantenerla. Ma pochissimi devoti sono in grado di prendere sul serio questa richiesta. Ho molte figlie spirituali eccellenti, combattenti, servizievoli e rese, ma molto pochi candidati per loro. Se avessi un figlio di sangue che fosse introdotto nel mondo, avrei molto timore di non essere in grado di impegnarmi con lui, dal momento che i genitori sono quelli che danno tutti gli strumenti perchè un bambino si salvi da una vita materialistica e diventi un devoto arreso. L’unica soluzione per chi vuole diventare un buon grihasta, è diventare un devoto serio, leader e arrendersi al servizio al proprio Maestro Spirituale. Un devoto così dedicato non smette mai di cantare i Santi Nomi e di leggere le scritture e così diventa cosciente delle responsabilità di cui si fa carico.

Non si può andare contro il karma degli altri, ma siamo in grado di predicargli e di entusiasmarli a diventare esseri umani veri e responsabili. Quindi, miei cari, non c’è più molto da dire: dobbiamo lasciare questo mondo materiale a tutti i costi. Per tale motivo abbiamo guerrieri dedicati che decisero di convertirsi in rinuncianti per combattere e aiutare gli altri nella lotta.

Noi tutti apprezziamo essere viziati o ci piacerebbe avere qualcuno che ci accoglie a casa con un bel sorriso e una cena calda 🙂 ; ma alla fine, la storia del mondo materiale, è che è stato creato per soffrire e quindi per risvegliare da questa illusione e ristabilire il nostro rapporto perduto con Dio. Questo lo posso dare per garantito. Personalmente, non mi sono sposato, non ho avuto figli né moglie, ma soffro profondamente, quando vedo la tristezza dei miei figli e figlie a causa di matrimoni irresponsabili o poco arresi. Immaginate, quando una donna si sposa dà la sua vita ad un uomo, presto c’è una gravidanza e se l’uomo non corrisponde, tutto ciò diventa un inferno, è terribile, ci sono in gioco vite umane. Porsi così nei panni di una donna è molto forte,  magari qualcuna con tre figli che ama tanto, ma che le ricordano il marito che l’ha abbandonata, non è per nulla facile. Certo, per natura le donne sono molto forti ed è probabile che qualcuna in tale situazione allevi la sua famiglia ed educhi i figli nel migliore dei modi, ma ci sono sempre opportunisti che cercano di sfruttare le donne sole.

            Cosa significa ciò?

Solo una grande realtà del mondo miserabile. Le relazioni non si mantengono e tutto diventa un caos. Kali Yuga è terribile. Non desidero scoraggiarvi, per me parlerei del bel periodo che abbiamo trascorso in questi mesi sulle rive del Gange e del Yamuna, ma dobbiamo anche esaminare le situazioni della vita quotidiana e impegnarci per imparare nel modo migliore come evitarle o imparare ad affrontarle.

Mie care figlie, è necessario essere sempre protette sotto l’egida del Maestro Spirituale.
Coloro che hanno la fortuna di un buon matrimonio, lottino per mantenere la propria famiglia ed educare i propri figli nel modo più consapevole e coerente, in modo che diventino i predicatori leader del futuri, protettori dell’ambiente e degli animali vita e difensori della vita e della coscienza. Quelle che hanno dovuto subire la disgregazione della famiglia, si rifugino nei Vishnupriya Ashram, che sono luoghi speciali perché le madri si dedichino a coltivare la spiritualità, continuando nell’educazione dei propri figli in compagnia di altre devote. Coloro che continuano a vivere nel tempio e sono gentili Vishnupriyas, per favore appoggino sempre le madri di famiglia e sole, per farle sentire parte del tempio, coinvolgendole nel servizio, a loro e ai loro figli.

Miei cari figli, diventate leader, predicatori responsabili, combattenti e lavoratori.
Siate “sankirtaneri” dedicati, poiché ad un sankirtanero al servizio di Mahaprabhu, non manca nulla. Krishna gli fornisce tutto il necessario. Se siete grihasta, siate fedeli alla famiglia di cui vi prendete cura e lavorate perché non le manchi nulla. Rimanete sempre connessi al tempio e sostenete con donazioni per il servizio alla divinità e la predicazione. Non dimenticate che tutto ciò che ha ricevuto un grihastha è comunque di Krishna.

Se siete brahmacari e non avete ancora deciso il vostro futuro, lavorate e servite come se aveste 10 figli, questa sarà la scuola che vi pulisce nel servizio al vostro Maestro Spirituale e darà la forza per il futuro, sia che diventiate grihasta responsabili o dedicati al sannyasi. La nostra vita deve essere esemplare per poterla offrire ai piedi di loto di Srila Prabhupada. E per favore, non fare progetti distinti, chi desidera formare una famiglia, dovrebbe farlo con tutte le benedizioni, pertanto, nella Missione Vrinda, abbiamo istituito il programma del Matrimonio Cosciente, protetto da Madre Laksmi, affinché gli aspiranti si formino per questo processo.

Questo è il mio messaggio per oggi … Non trascurare mai la predicazione e il sankirtan. Spero che manteniate molto entusiasmo nel vostro servizio. E con tutto il mio cuore, sono molto felice di incontrarmi presto di nuovo con voi. Grazie per aver partecipato alla chat di Srila Prabhupada.
Con affetto,

Vostro
Swami B.A. Paramadvaiti

Germania, 31 marzo 2013