Chat del 6 dicembre 2015

 Cari figli e figlie,

chiedo molto, ma il problema è che non so davvero cosa voglio. Per questo ringrazio Srila Prabhupada che mi ha detto “dai” e questo è quello che dico a voi, di dare agli altri, in modo che ne traggano il maggior beneficio possibile. In questo modo si può essere qualcuno che passa la luce da una candela all’altra essendo portatore della piccola fiamma. Questa è la coscienza di un sankirtanero. Il mio maestro spirituale appare come la luce originale stessa. Per questo poteva incoraggiare così tante anime, e continua ad incoraggiarle. A me basta ottenere che i devoti iniziati sostengano i propri templi stabilmente. Naturalmente molto dipende dalla ispirazione del leader, ma in verità dipende anche dai devoti scegliere un buon leader e appoggiarlo, ricordando il detto “presta l’ascia o spacca la legna”. E non solo sostenere finanziariamente il tempio, si deve anche predicare, andare ai templi per guadagnarsi la fiducia dei devoti e dare conferenze o darle fuori, attraendo la gente verso i templi o le fattorie. Ad esempio, a tutti piace fare una passeggiata, allora organizzarsi con gli amici, la famiglia o chi sia, e farsi una passeggiata alle fattorie ecologiche.

 Ieri abbiamo guardato la proiezione di un documentario su Paramahamsa Yogananda intitolato “Awaken” ed è stato molto interessante perché nella mia gioventù avevo anche letto il suo libro “Autobiografia di uno Yogi” e avevamo modellato il nostro corso di yoga per corrispondenza sulla base del corso per corrispondenza che aveva organizzato lui e anche guardando questo tremendo documentario ho visto che non ha nessun Varsana, nessun Eco Truly Park, non un Eka Chakra con monaci residenti arresi, come Krishna ci ha comandato, ecc.

 Sicuramente gli esseri umani in questo mondo hanno molta poca coscienza propria, seguono le mode e sono molto facilmente spaventati quando sentono pettegolezzi e politicanti o quando la stampa attacca qualcuno. Di fatto i nostri devoti lavorano molto tra il pubblico, siamo molto soggetti a critiche, inoltre abbiamo una voce e un’opinione molto forte come ecologisti, ma Krishna ci ha protetto per più di 30 anni in un lavoro pubblico sotto tutti i sistemi politici, dal comunismo fino alla dittatura militare. Sia quel che sia, siamo stati molto protetti e benedetti; in base a ciò e con questo desiderio e questo entusiasmo dovete dare le vostre conferenze con amore puro.
L’induismo è l’unica religione trascendente che accetta l’espansione unicamente attraverso l’amore, zero imposizioni. Dal momento che la salvezza non dipende da alcuna istituzione, ma dallo sviluppo della propria coscienza personale e della responsabilità che si assume nel servizio devozionale amorevole.
Desidero formare brahmana della verità, che tutti possano aprire altri Eco Truly Park e che li mantengano con la stessa purezza, convinti di non essere i proprietari e che nessuno lo è veramente se non Krishna. Sempre senza invidia e con la medesima intenzione di istruire nuovamente altri perché siano riflessivi seguendo un criterio amorevole e determinati a servire l’amore infinito fino alla fine, fino all’ultima conseguenza. Anche come un bravo grihasta nel portare i bambini nel mondo e sostenendo la predica, o come  brahmanchari preparandosi, e che dire dei sannyasi che sono naturalmente maestri spirituali, siksa guru, e che sono anche luogotenenti di estrema importanza per mantenere unita e felice la famiglia del maestro spirituale.
Mi piacerebbero molte cose, mi piacerebbe amarvi di più e appoggiarvi di più, ma vedo che Dio aiuta coloro che si aiutano, non importa se si è nella Repubblica Dominicana o nelle Filippine, in Svizzera o in Belgio, o a Valledupar, tutto dipende dalla misericordia che si ottiene consegnando il messaggio e la della letteratura, che si è ricevuta, per aiutare gli altri. Krishna ci ha mandato programmi meravigliosi. La predicazione a Radici della Terra che fanno a Santiago è semplicemente meravigliosa. Allo stesso modo il Festival Eco Yoga a Bogotà, permettono a migliaia di persone di conoscere i doni di Srila Praphupada. Quindi il mio sollecito in questa chat è di confidare negli altri, dare loro spazio e possibilità per diventare leader, così come Prabhupada ha confidato in me raccomandandomi la sua propria famiglia che siete tutti voi.

 Quando vedo tutte le cose che i devoti devono gestire rimango senza parole, e mi rendo conto che l’attrazione per lo yoga e l’autorealizzazione tra l’umanità  è la vicinanza a Krishna che è in ogni essere e che il maha mantra e il messaggio del Signore Chaitanya può portare alla perfezione. Non lasciate sfuggire nessuno, per piacere, dall’opportunità di liberarsi delle sofferenze del kali yuga con qualcosa di semplice come lo è con il sadhu sanga, e con i dolci nomi del Signore.
Un abbraccio di cuore. Vi auguro molto coraggio per la maratona e per la vita, perché il cuore è coraggio e ragione (ndt: nel testo “COraje y RAZON); coraggio di fare sacrifici per i vostri amori. E questo amore che è un dono del Supremo ovviamente deve essere dedicato in primo luogo al amo(r) Sri Krishna (ndt: in spagnolo “amo” significa anche proprietario).

Vostro,
Swami B. A. Paramadvaiti
Miami mandir, 6 dicembre 2015